News

Il deterioramento del campione: le cause e i metodi per rallentare il processo


Quando si utilizza un microscopio elettronico a scansione (SEM), il fascio di elettroni può, nel corso del tempo, alterare o deteriorare il campione sotto osservazione in maniera irreversibilmente. Il deterioramento è un effetto collaterale che può alterare – o persino distruggere – i dettagli che si vorrebbero osservare, e di conseguenza cambiare i risultati e le conclusioni. In questo articolo, verranno illustrate le cause del deterioramento, e come rallentare il processo.

dettagli

Come ottenere un’analisi delle fibre di qualità grazie ad un’adeguata preparazione del campione


Le fibre vengono in genere analizzate col microscopio elettronico a scansione (SEM), che fornisce immagini con alta risoluzione, analisi elementale, e la possibilità di misurare automaticamente miglia di fibre in pochi minuti. Tuttavia, in alcuni casi, l’acquisizione di immagini può presentare diverse sfide a causa della natura stessa delle fibre, che potrebbe compromettere la qualità dell’analisi. Tenendo a mente questa problematica, nel seguente articolo descriveremo come ottenere immagini ed analisi delle fibre di elevata qualità attraverso un’adeguata configurazione del SEM e preparazione del campione.

dettagli

Le tecniche di preparazione del campione per neutralizzare l’effetto del vuoto


Un microscopio SEM analizza il campione colpendolo con un fascio di elettroni, ed analizzando gli elettroni emessi che contengono informazioni sul materiale con il quale hanno interagito. Se è presente un gas insieme al campione, i suoi atomi interagiranno con il fascio e gli elettroni, creando un disturbo nell’immagine.
Per questo motivo il SEM genera un vuoto prima di creare l'immagine. Il vuoto è quindi fondamentale per garantire una corretta analisi, ma può anche avere un effetto negativo su certi tipi di materiali da analizzare.

dettagli