News

Come ottimizzare le proprietà dei polimeri attraverso l’uso del SEM


I polimeri sono impiegati per diversi usi ed applicazioni: le combinazioni di monomeri producono un numero potenzialmente infinito di molecole con proprietà diverse, a seconda della loro composizione chimica e struttura. La forma delle molecole è un parametro che influenza notevolmente il comportamento dei polimeri una volta che gli stessi vengono sottoposti a forze esterne. In questo articolo, illustreremo degli esempi pratici di come i microscopi elettronici a scansione (SEM) producano risultati inaspettati.

dettagli

Analisi EDX al volo? Utilizza un SEM compatto con EDS


E’ possibile che nella tua esperienza di laboratorio sia capitato di voler utilizzare l’analisi EDX (o EDS) per determinare la composizione elementare del campione. Ma come poter eseguire le analisi in modo corretto e veloce? Quanto è difficile raccogliere informazioni quantitative in maniera rapida?
Se hai mai riscontrato queste problematiche, il SEM compatto dotato di EDS è una possibile soluzione. Tuttavia, come ben saprai, il SEM ha un costo elevato e richiede ampi spazi ed utenze dedicate; se non hai familiarità nel suo utilizzo e difficoltà nel convincere il management ad effettuare un tale investimento, il SEM compatto è indubbiamente la scelta migliore.

dettagli

Come funziona l’analisi EDX nel microscopio elettronico a scansione(SEM)


I microscopi elettronici a scansione (SEM) utilizzano fasci di elettroni per investigare un campione su nanoscala. I principali tipi di segnali rilevati sono gli elettroni retrodiffusi (BSE) e gli elettroni secondary (SE), che generano un’immagine in bianco e nero del campione con un elevato ingrandimento. Ci sono però numerosi altri segnali che possono essere generati dall’ interazione tra gli elettroni e la materia e per fornire ulteriori informazioni sul campione. In questo articolo descriveremo come funziona sul SEM l’analisi energy dispersive X-ray (EDX O EDS).

dettagli